Jean Métellus, adieu

Jean Métellus n'est plus. Cliquez ici pour lire un court article commémoratif de Ginette Adamson paru dans Cultures Sud. 

Jean Métellus è scomparso. Poeta, romanziere e drammaturgo haitiano, Jean Métellus era anche neurologo nonché persona squisita. In italiano sono stati tradotti:
Anacaonà (trad. e note di Laura Filotto, presentazione di Mariolina Bertini, prefazione di Patrizia Oppici), Parma, MUP, 2004;
Jacmel al crepuscolo (trad. di Paola Repaci, introduzione di Marie-José Hoyet), Roma, Lavoro, 2000;
Filtro amaro (trad. e cura di Marilena Pronesti, nota introduttiva di Anna Paola Mossetto), Torino, La Rosa, 1996.

Queste traduzioni sono nate dall'interessamento dell'accademia per questo intellettuale e poeta, che resta ignoto al grande pubblico italiano. Consiglio a chi non conoscesse quest'autore di avvicinarsi a una sua opera, quella che sento più vicina è Jacmel al crepuscolo, ma anche la lettura di una delle altre può essere un modo per rendergli omaggio.