I ♥ Kung fu!

Capisco che vista dall'esterno la mia insana e passabilmente senile passione per il kung fu possa suscitare grande ilarità soprattutto perchè ne parlo come se si trattasse di un'impresa titanica, mentre vado semplicemente in palestra da quattro mesi due volte la settimana e ho anche saltato quasi un mese intero (per cause di forza maggiore, s'intende). In effetti la cosa sarebbe ridicola se per me kung fu fosse un'attività sportiva come un'altra ma non è così. Chi mi conosce sa che io sono sempre stata pigra e fiera di esserlo, e soprattutto che fingere di correre su una strada finta, e altre amenità per palestrati non fanno per me. Se praticassi kung fu per il semplice motivo di mantenermi in forma, avrei iniziato una qualsiasi altra attività diversi anni fa, o sarei saltata da una palestra a un'altra. Invece no, al kung fu mi lega un motivo segreto e anche una forte passione: sono come un'amante sfortunato, che soffre e si impegna per raggiungere il suo obiettivo e che vede ogni infimo progresso come una grande conquista.

Ovviamente, a farmi "innamorare" del kung fu è stato anche e soprattutto il mio maestro! Guardate la foto qui sotto, tratta dal sito dell'associazione per lo studio del kung fu tradizionale (http://www.askt.it/). Al centro c'è il maestro del mio maestro, e sullo sfondo alcuni suoi allievi, tra cui, appunto, il mio maestro che io adoro. Penso che sia il più bravo del mondo e il migliore per me e questa mia opinione su di lui è solida, assoluta e inattaccabile. In più, questa foto ne conferma il fondamento, perchè il mio maestro è l'unico che ha una posizione simile a quella del che tutti gli allievi dovrebbero imitare. Ha la schiena un po' troppo inclinata in avanti, ma per il resto è perfetto. Il kung fu è una danza terribile, come tutto ciò che emula e intesse la vita.